"> SCEGLIERE IL DIVANO | Interior designer | Una designer per tutti

SCEGLIERE IL DIVANO

SCEGLIERE IL DIVANO

SCEGLIERE IL DIVANO

28 Mag 2020 - interior design &co

Scegliere il divano giusto per il proprio salotto non è cosa semplice. Bisogna tenere conto di diversi fattori, oltre quello estetico.

La prima cosa che devi considerare è da quanti posti a sedere deve essere il sofà. Devi garantire, se possibile, un numero di sedute pari al numero di componenti della famiglia più qualche eventuale ospite.

Ora vediamo insieme alcuni elementi di valutazione, quelli che è importante tu conosca.

Le dimensioni

La sua profondità va da 90 a 110 cm. Un sofà 2 posti è lungo da 160 a 180 cm, mentre un 3 posti lineare da 180 a 240 cm.

Non dimenticarti di valutare eventuali ingombri di braccioli o piani di appoggio, l’altezza dello schienale e la profondità della seduta e di tutto il divano.

La prima cosa da considerare è lo spazio in cui verrà inserito, il divano deve essere proporzionato allo stanza. Il rischio è ritrovarsi un arredo gigante in un salotto piccino o, al contrario, un piccolo sofà in una grande stanza.

Potrebbe aiutarti creare dei rettangoli in cartone con le dimensioni dei vari arredi, posizionarli a terra e valutare tutti gli ingombri e gli spazi.

Il sofà deve essere delle giuste dimensioni per garantire il libero passaggio tra esso e gli altri arredi, gli infissi e il corridoio che porta alle altre stanze. Non deve impedire l’apertura di ante e cassetti dei mobili vicini o delle porte.

Se si tratta di un divano letto, valuta bene l’ingombro quando è aperto, cercando di tenere un minimo passaggio libero su uno o due lati di esso.

La sua dimensione deve poter garantire la giusta distanza dalla televisione, al fine di garantirne la giusta visione.

A proposito di corretto posizionamento di divano e TV, ne ho parlato meglio qui

SALOTTO.COME DISPORRE DIVANO E TV

La forma

Essenzialmente le tipologie di sofà che puoi trovare sul mercato sono:

  • lineare a 2 o 3 posti
  • angolare
  • componibile
  • con penisola
  • divano letto

La disposizione

Le possibilità sono tantissime e bisognerebbe analizzare nello specifico ogni salotto per trovare la soluzione più adeguata. Vediamo però le disposizioni più comuni:

  • In centro stanza se il salotto è grande
  • Due divani disposti a L
  • Tre divani disposti a C
  • Un sofà con chaise longue o penisola
  • Un divano appoggiato ad una parete
  • Divano sotto finestra, attenzione a garantire la facile apertura dell’infisso
  • Sofà più una o più poltroncine
  • Sofà con lo schienale che da sull’ingresso

Idee per un divano lineare

La posizione tradizionale lo vede appoggiato alla parete e sul lato opposto gli altri arredi e la TV. Spesso lo consiglio abbinato con una o più poltroncine o con un grande pouf e un bel tavolino.

Un’alternativa, se le dimensioni del salotto lo permettono, è quella di metterlo in centro stanza. In questo caso assicurati che sia ben rifinito anche nella parte dello schienale perché sarà sempre visibile.

Puoi pensarlo anche posto sotto la finestra, valuta solo che sia consentita comodamente la sua apertura, che non ci sia il riflesso sulla TV e che lo schienale del divano sia più basso del davanzale.

Idee per un divano angolare

Parliamo di un divano dalla forma ad L oppure con penisola.

Come per quello lineare le soluzioni principali sono sempre: appoggiato ad una parete o due pareti, in centro stanza o al confine tra due differenti spazi di casa.

Nel primo caso il sofà creerà un angolo relax ben definito e lascerà un ampio spazio di manovra (sempre se non eccessivamente grande rispetto alla stanza).

Nel secondo caso invece diventerà il punto focale del salotto, l’elemento caratterizzante.

Se invece la sua posizione serve a delimitare due aree distinte della zona giorno, come ad esempio salotto e cucina o salotto e sala da pranzo, il sofà diventerà come una parete virtuale, bassa. Un’ottima alternativa per un open space.

MrHousey

Composizioni di divani e/o poltrone

Se hai un bel salotto ampio, tanto da poter ospitare più di un divano, garantendo il giusto spazio per passare e spostarsi nella stanza, questa potrebbe essere la soluzione per te.

Puoi disporre due divani o un divano con due poltrone in questo modo:

  • due divani lineari, uno fronte all’altro, con la TV in posizione laterale, distanziati di almeno 160 cm per inserire un tavolino e garantire il passaggio.
  • Un divano e di fronte due poltrone, ma attento a mantenere l’equilibrio nella composizione di arredi di dimensioni diverse per non avere una sproporzione evidente tra troppo piccoli e troppo grandi.
  • perpendicolari a formare una L, con un bel tappeto e un coffee table al centro
  • un sofà grande e una poltroncina o un pouf a fianco

Divano per un soggiorno piccolo

Per uno spazio di dimensioni contenute meglio optare per un un divano lineare o uno con penisola, appoggiato alla parete.

Se hai necessità di aggiungere un posto a sedere in più opta per un pouf o una poltroncina da mettere a fianco al sofà.

Eviterei il tavolino che in uno spazio piccolo rimarrebbe solo d’intralcio.

Sceglierei colori chiari che danno ariosità agli spazi piccoli e fanno sembrare la stanza più ampia.

Per un salotto contenuto valgono in parte le indicazioni che trovi nell’articolo sul bagno piccolo.

Bagno lungo e stretto. Piastrelle e colori

Ora hai tutto quello che serve per acquistare il divano perfetto per il tuo salotto, senza intoppi e imprevisti.

Vuoi un dettaglio in più per il tuo salotto? Pensa al tappeto.

Qui un articolo che cade a pennello

IL TAPPETO COME LO METTO

Tag:, , ,

hello!

sono Francesca, ‘Ingegnera’ alternativa e Interior Designer per scelta e per passione. Un amore innato per le case, per quello che ospitano e per le persone che ci vivono. Un’incontenibile necessità di condividere tutto ciò che so e conosco, di parlare e di progettare per le persone e con le persone. Una designer della porta accanto, per tutti e non per pochi.

ABOUT ME >

Privacy policy - Cookie policy