CASA AD ARTE

Mag 21, 2020 | Collaborazione

CASA AD ARTE parla di progetti di interni, di case e di artisti, cercando di portare avanti l’idea di arte accessibile e vicina, da vivere non solo andando ad una mostra, ma portandola tra le mura delle nostre abitazioni.

Casa ad Arte è il nome che abbiamo scelto io e Giuseppe Cotroneo per raccontarti di questa nostra collaborazione.

Giuseppe è un architetto specializzato in arte moderna e contemporanea.

Per lavoro accompagna i clienti nella fase di ricerca, fino al progetto di collocazione di un’opera nella propria casa. Potremo definirlo un consulente artistico e nel caso di CASA AD ARTE ci aiuterà a trovare il giusto artista da collocare in uno specifico progetto d’interni.

Come sai da sempre il mio obiettivo è trattare gli interni con un occhio ai budget contenuti e alle soluzioni low cost. Una bella casa è per tutti e anche un bel quadro può essere una alternativa possibile.

Casa ad Arte vuole raccontare gli artisti e gli interni in modo leggero, vicino alle persone e al nostro quotidiano. In questo Giuseppe è davvero in gamba a raccontare aneddoti divertenti e anche qualche gossip sugli artisti, riuscendo a dare leggerezza al concetto di arte.

In sintesi Casa ad Arte è un progetto d’interni e d’arte per la tua casa.

Come funziona? Tu metti la casa, io e Giuseppe mettiamo una consulenza doppia cercando la giusta soluzione tra progetto d’interni (o solamente di home styling) e ricerca di un artista e di un’opera con indicazione anche della sua possibile collocazione.

Che te ne pare? Parliamo di progetti accessibili e di arte concretizzabile, in modo giocoso e restando su toni leggeri.

Con Giuseppe abbiamo fatto un piccolo esperimento per mostrarti meglio di cosa stiamo parlando.

Curioso di scoprirlo? Ecco accontentato.

Camera da letto per Giacomo

Giacomo è un amante del mare, dell’estate e del buon cibo. Apprezza la luminosità che dona il bianco in una stanza, per lui la casa deve essere comoda, calda e tecnologica. Mi racconta anche che lo attrae l’oro in piccoli dettagli perché gli ricorda un metallo prezioso e appariscente.

Un ragazzo proiettato sul presente, giocoso e socievole, fortemente ancorato alla famiglia. Il suo colore preferito è il verde, preferisce il legno e le atmosfere calde e accoglienti.

Per lui ho pensato a ricreare un’atmosfera che mettesse insieme il blu e il verde del mare con il marrone caldo e accogliente del legno. Da questa riflessione è nata una moodboard: Verde blu e mogano.

Per la sua camera da letto, Giacomo desidera un bell’armadio capiente, una soluzione per guardare comodamente la tv e alcuni dettagli moderni come la lampada sospesa sopra il comodino.

La disposizione di prese e interruttori non ci lasciava molte possibilità nella scelta della disposizione della stanza. Abbiamo quindi giocato con la scelta di colori, tessili, arredi e complementi.

Per Giacomo la scelta è ricaduta su Paul Gauguin.

Un artista poliedrico che ha sviluppato nel corso della sua carriera dei linguaggi molto diversi tra loro:
dagli inizi con le influenze giapponesi (le onde), successivamente si rifà alle vetrate gotiche sperimentando i contorni netti delle figure (cloisonnisme), per concludere la lunga carriera con i rimandi alla cultura polinesiana… ultimo e definitivo amore che lo renderà famoso al grande pubblico.

Curiosità: oltre ai mille viaggi ed agli svariati tentativi di suicidio, convive per un anno ad Arles con Van Gogh e sarà testimone del famoso taglio dell’orecchio!!

FATATA TE MITI (In riva al Mare), 1892
© National Gallery of Art, Washington

Ed ecco l’inserimento dell’opera nel progetto di arte e interni.

In questi primi accenni di Casa ad Arte, Giuseppe ha selezionato un artista conosciuto e del passato, l’idea però, per le vostre case, è quella di poter selezionare anche artisti contemporanei e opere di giovani della nostra epoca, avvicinabili e, perché no, anche accessibili.

Nuova Ricerca