MDW 2019 TRILOGIA: EUROLUCE

MDW 2019 TRILOGIA: EUROLUCE

MDW 2019 TRILOGIA: EUROLUCE

4 Giu 2019 - eventi&luoghi

Quest’anno al Salone del Mobile c’era Euroluce, il Salone internazionale dell’illuminazione ovvero un concentrato di luci di design e aziende più o meno conosciute e provenienti da tutto il mondo.

 

Mi sono rifatta gli occhi, illuminata di idee e spunti interessanti e mi sono appuntata qualche oggetto e qualche marchio che ho trovato davvero accattivante.

 

Quindi ecco che concludo la mia trilogia di articoli sulla Milano Design Week 2019 parlando di luce e illuminazione.

Gli altri articoli li trovi qui e qui.

 

La carrellata di aziende e prodotti inseriti nella mia wishlist è parecchio lunga quindi mi è toccato fare delle scelte.

Ho trovato per te questo.

 

MOON di DAVIDE GROPPI

 

E’ vero sembra una grande luna così vicina da poterla toccare. Una grande sfera in carta giapponese, una lampada a sospensione che riempie la stanza di luce soffusa e avvolgente.

 

 

MOD di BOVER

 

Dalla luna si passa al floreale. Dall’idea di Lazaro Rosa-Violàn nasce questo lampadario che ricorda un giardino fiorito. Un grande stelo scende da soffitto e si dirama in luci a fiore, i cui petali sono personalizzabili nei colori e nelle trame. Piastre tagliate a laser, pannelli di legno o di fibre naturali o di fili colorati lavorati all’uncinetto.

 

 

TIP di LE DEUN LUMINARIES

 

Sembra un paravento, in realtà è una lampada da terra dalle pareti ramate e dai contorni illuminati da profili led.

Cambia l’idea della classica lampada da terra a stelo con cappello. Un prodotto nuovo e diverso a volte ci aiuta ad ampliare le idee e conoscere nuove alternative.

La si può trovare anche in versione lampada da tavolo, a parete e sospesa.

 

 

PANTHELLA e YUH di LUOIS POULSEN

 

Nel mega stand di Flos, B&B Italia e Louis Poulsen ho fatto una passeggiata tra i prodotti iconici di queste tre grandi aziende. Sono rimasta incantata dalle lampade da tavolo di Poulsen perché moderne, attuali, dalle linee semplici e pulite. Un’eleganza senza tempo.

 

 

PAPILIO di MASIERO

 

Disegnata da Brutos, la serie Papilio richiama le ali di una farfalla da cui l’omonimo nome. Niente elementi ridondanti o eccessivi, ma ali leggere, in lamiera forata colorata, che schermano lampadine in vetro di murano. Linee morbide ed essenziali con un finale comunque di grande impatto.

 

 

SOLARIS di SILLUX

 

Triangoli, rettangoli e cerchi, profili esili, luci piene e tonde per una lampada che mescola geometria e illuminazione. Il design è di Oriano Favaretto e le combinazioni sono tante: a soffitto, a parete, a singole o multiple geometrie e luci. Sembrano gioielli da indossare.

 

 

ZOE di MMLampadari

 

Chiara Andreatti e Alessandra Salaris hanno pensato a Zoe come a una lampada contemporanea ma con un richiamo all’Art Decò. Il cavo elettrico non è solo elemento tecnico ma diventa il fulcro dell’estetica della lampada stessa. Regolabile in modo da dare un’aspetto personale alle linee e alle proporzioni di questo oggetto.

 

 

SYMFONISK di IKEA

 

Premetto, non era a Euroluce bensì al Fuorisalone, ma dovevo inserire la novità Ikea in questa carrellata.

Non è solo una lampada, è anche una cassa Wi-Fi, in grado di emanare non solo luce, ma anche suoni.

Il design è davvero accattivante, non si direbbe che dietro a una bella lampada da tavolo si nasconda l’hi-tech di un sound di alta qualità.

Disponibile da agosto 2019 al prezzo di 179 euro.

 

 

Potrei andare avanti a oltranza, ma mi fermo qui.

Ho visto tantissime luci di design che meritavano davvero.

Ora aspettiamo Euroluce 2021.

 

 

 

 

Tag:, , ,

hello!

sono Francesca,
‘Ingegnera’ alternativa e Interior Designer per scelta e per passione.
Un amore innato per le case, per quello che ospitano e per le persone che ci vivono.
Un’incontenibile necessità di condividere tutto ciò che so e conosco, di parlare e di progettare per le persone e con le persone.
Una designer della porta accanto, per tutti e non per pochi.

ABOUT ME >

Privacy policy - Cookie policy