"> LA MDW 2019 A CASA TUA | Interior designer | Una designer per tutti

LA MDW 2019 A CASA TUA

LA MDW 2019 A CASA TUA

LA MDW 2019 A CASA TUA

16 Mag 2019 - Eventi&Persone&Shopping

Oggi nessuna ‘Top List’ e nessun ‘Best of’ del Salone del Mobile, del Fuorisalone, insomma della Milano Design Week 2019.

 

Oggi cerco di contestualizzare le tante cose viste e selezionare quelle che possono essere realmente inserite nelle case delle persone comuni.

Ho scelto alcuni prodotti e alcune idee che possono essere interessanti in casa tua, come nella mia, come in quella della Signora Maria (c’è sempre una signora Maria, vero?).

 

Alcune sono delle novità, altre lo saranno meno per chi vive la Milano Design Week da anni o per chi è del settore, ma non importa, potrebbero essere idee nuove per te e la tua casa.

 

AL SALONE DEL MOBILE

 

Direttamente dagli stand della fiera ho trovato interessanti e concretizzabili alcune aziende e prodotti, a partire da De Castelli.

Azienda di Treviso che realizza oggetti e superfici rigorosamente in metallo, con un’eleganza unica sia nelle forme che nel concept, allontanandosi dal concetto industrial a cui spesso si ricollega questo materiale.

La struttura di mensole e libreria Talea, insieme con la varietà di superfici metalliche in esposizione, mi hanno fatto innamorare. E a te?

 

 

Altro stand affascinante è stato quello di Missoni Home. Le trame dei tessuti che rivestono tendaggi, lampade, cuscini ecc. sono quelle conosciute della maison. Devo dire che sono sempre attuali ed eleganti anche nel contesto casa.

Forse un po’ troppo lussuosi, ma possono generare comunque idee e spunti utili.

 

 

Rimanendo in Italia, Riva 1920 tramanda la tradizione artigiana della falegnameria con un occhio al futuro e all’ambiente.

Usa legni di riforestazione e legni di riuso tra cui il kauri. Albero millenario della Nuova Zelanda, abbattuto durante cataclismi e sommerso sotto metri di fango, per oltre 50000 anni, rimanendo intatto. Quindi nessun albero abbattuto, ma semplicemente riportato alla luce, ripulito dal fango e lavorato.

Una storia bellissima che genera oggetti massicci e carichi di storia.

Impossibile non accarezzare il legno del tavolone all’ingresso dello stand.

 

 

Conosci cc_tapis ? E’ un’azienda che produce tappeti realizzati in Nepal da artigiani tibetani. Quest’anno in fiera e al Fuorisalone ho potuto vedere dal vivo i loro prodotti, toccare i tessuti e le fibre e riempirmi gli occhi con i loro colori e le grafiche pensate da designers famosi.

 

A sinistra Spectrum

 

IN GIRO PER IL FUORISALONE

 

Uscendo dalla fiera e girovagando per le vie della città, a Palazzo Clerici ho conosciuto Lyk Carpet  e mi sono piaciuti davvero tanto i loro pouf. Sono realizzati in Nepal con l’intento di rendere omaggio alle donne del Bauhaus.

Inserirei uno di questi Pouf_Charaktere davanti a una petineuse in camera da letto o in soggiorno vicino al divano.

 

 

Fonte d’ ispirazione e di interessanti spunti il Brera Design Apartment di Cristina Celestino. Il corridoio dai toni fango e  sabbia, dalle texture floreali e un po’ eteree è il mio preferito.

Non avevo mai pensato alla moquette anche su pareti verticali, e il risultato mi ha entusiasmato.

La chicca? I pomelli pompon in tessuto.

 

 

Segno che i dettagli in una casa fanno la differenza, è l’attenzione anche nella scelta degli interruttori nelle varie stanze al fuorisalone.

Degni di nota quelli della Bticino, Living Now dal design geometrico e pulito e privo di spigoli. Sono smart e si connettono ai vari dispositivi.

Altro protagonista, l’interruttore a levetta retrò estremamente pulito ed elegante, dalle linee sottili e dal design riservato (Ave ne produce di simili).

 

 

Non potevano mancare i bagni, o meglio alcune aziende di arredo bagno.

 

Lo stand di Antonio Lupi al salone è stato una bella scoperta per me. I prodotti di questa azienda che meritano un applauso sono tanti, tra tutti Cristalmood, la resina colorabile e resistente, declinata in vasche da bagno, lavabi ecc., il marmo gessato de i Gessati e l’appendiabiti Gravità.

 

 

Infine ho visto dal vivo i prodotti Ex.t, azienda che vive e pensa allo spazio bagno come a un ambiente living dinamico, dalle forme nuove e dalla modularità.

Ti avverto i prezzi son alti, ma nella vita, si sa, ciò che è particolare e diverso si paga, in qualsiasi settore (purtroppo).

 

 

Hai trovato spunti interessanti in questa mini guida?

Ho cercato, attraverso le mie parole, di mostrarti aziende e prodotti, utili e concreti, trovati durante la Milano Design Week.

L’intento non è farti sognare ad occhi aperti mostrandoti installazioni spettacolari, ma indirizzarti concretamente nelle scelte per la tua casa.

Speriamo di esserci riuscita.

 


hello!

sono Francesca, ‘Ingegnera’ alternativa e Interior Designer per scelta e per passione. Un amore innato per le case, per quello che ospitano e per le persone che ci vivono. Un’incontenibile necessità di condividere tutto ciò che so e conosco, di parlare e di progettare per le persone e con le persone. Una designer della porta accanto, per tutti e non per pochi.

ABOUT ME >

Privacy policy - Cookie policy