"> 5 trucchi per arredare casa in affittoInterior designer | Una designer per tutti

VUOI ARREDARE UNA CASA IN AFFITTO? ECCO 5 CONSIGLI IMPERDIBILI

VUOI ARREDARE UNA CASA IN AFFITTO? ECCO 5 CONSIGLI IMPERDIBILI

VUOI ARREDARE UNA CASA IN AFFITTO? ECCO 5 CONSIGLI IMPERDIBILI

2 Nov 2020 - Interior Design&Co

Esistono degli escamotage per arredare una casa in affitto e personalizzarla? Certo! Non tutti possiedono una casa di proprietà, ma quelli che sono in affitto non devono scoraggiarsi perché possono renderla accogliente con piccoli trucchetti.

Gli affitti possono metterci a dura prova, pavimentazioni poco attraenti, pareti bianche standard, lampadari obsoleti ecc., ma ci sono molti modi per aggirare il problema e adattare il tuo appartamento ai tuoi gusti.

Tengo molto a questo argomento, il mio primo lavoro è stato proprio su una casa in affitto e se vuoi vedere com’è andata eccola qui

HOME RELOOKING Casa Paola
@ HOME WITH ashley

Una casa temporanea ha molte limitazioni, inutile dirsi bugie, ma allora conviene arredare una casa in affitto? Se non ne sei soddisfatto e non ti ci trovi sì, non sei obbligato a vivere in una casa che non ami o che non esprime la tua personalità.

Ecco perché oggi ho pensato di svelarti 5 semplici consigli su come migliorare un appartamento in affitto per renderlo più confortevole.

Partiamo dal primo….

1- Personalizzare le pareti

Se non puoi ridipingerle, porta il colore nella tua casa attraverso soluzioni alternative, ad esempio con arredi e quadri.

Soluzione nr. 1

Spesso entrando in una casa in affitto, il primo grande problema è non poter pitturare le pareti o trovare crepe. Ma c’è sempre una scappatoia per rinnovare una casa in affitto: puoi decorare i muri di casa o nasconderne i difetti utilizzando foto, quadri e poster appesi.

In questo caso potrebbe servirti una guida su come creare la tua personale gallery wall.

COME CREARE UNA GALLERY WALL

Soluzione nr. 2

Se non riesci a dipingere le pareti, c’è ancora molto che puoi fare per personalizzarle. Che ne pensi di una grande opera d’arte o un arazzo? Sono un ottimo modo per rendere personali pareti del tutto anonime.

Non preoccuparti, puoi anche darti al fai da te e, con una piccola spesa, realizzare la tua personale opera. Ad esempio puoi acquistare una tela bianca, quella da pittore, e dipingerla con disegni astratti, o colorare un vecchio lenzuolo o un pannello di legno, magari di un vecchio mobile.

Se non puoi fissare chiodi al muro, la tua opera può essere elegantemente appoggiata a terra.

Soluzione nr. 3

In alternativa, le tende colorate o in fantasia funzionano bene. Non pensarle solo per le finestre, puoi appenderle su un muro bianco per un bell’effetto, specialmente dietro ad un letto o ad un divano. arredare una casa in affitto sfruttando la magia dei tessili è sempre una buona idea.

Soluzione nr. 4

Altra soluzione per i muri della tua casa in affitto è la carta da parati, ma non preoccuparti, parlo di quella adesiva. È sicuramente uno dei modi più semplici per dare personalità ad una stanza. In commercio inizia ad esserci anche una bella selezione di carte da parati rimovibili e vale la pena approfondire se stai cercando qualcosa che decori il tuo appartamento. Con un motivo abbastanza audace o colorato non dovresti nemmeno usarne molta, potrebbe bastare solo un muro o una parte di esso, o addirittura su un mobile per fare la magia.

decochic

2- Il pavimento di una casa in affitto

Il secondo grande cruccio in una casa temporanea sono i pavimenti. Non sempre sarai così fortunato da averli come piacciono a te, anzi quasi mai, ovviamente non potrai sostituirli, quindi? La migliore soluzione sono i tappeti.

Acquistare un tappeto per un appartamento in affitto è una decisione audace, considerando che i tappeti di qualità non sono così economici e c’è il rischio che non si possano adattare in una successiva sistemazione.

Il consiglio in più

Ma se comprassi tappeti più piccoli con cui creare delle combinazioni affascinanti o dei percorsi che camuffino quel pavimento che tanto odi?

Milk DECORATION

Sovrapporre tappeti medio-piccoli ti permette di creare un bell’aspetto stratificato, purché tu scelga qualcosa della misura giusta per lo spazio e che si integri con il resto dell’arredamento.

Anche se questa idea ti sembra un po’ bohémien e a te non piace, potrebbe funzionare comunque. In questo caso scegli qualcosa di tonalità neutre, che abbia una grande consistenza, come un tappeto in fibra naturale o a pelo lungo.

E poiché l’acquisto di tappeti più piccoli da sovrapporre può essere più conveniente rispetto all’acquisto di versioni grandi, a parer mio risulta una soluzione perfetta se sei in affitto.

3- Personalizzare i mobili

Hai trovato una casa in affitto ammobiliata, ma alcuni arredi proprio ti disturbano e vuoi capire come arredare una casa già arredata? Anche in questo caso ci sono delle soluzioni più o meno invasive per personalizzare i mobili.

Potresti ridipingerli o applicare una carta da parati sulle ante per una casa in affitto arredata con personalità. Non sempre è possibile, il padrone di casa potrebbe non essere d’accordo, allora perché non applicare degli stencil o cambiare le maniglie?

Ecco l’idea in più: le carte decorative adesive sono perfette anche per dare nuova vita alle porte interne di casa o ad un vecchio frigo.

Oppure puoi togliere le ante ad alcuni pensili e trasformarli in soluzioni aperte, a vista, che ospitino un bel vaso o dei libri.

A volte, anche solo un dettaglio di design ben posizionato può attirare l’attenzione e lasciare il segno in un ambiente.

4- La lampada giusta può fare la differenza

Una delle cose più facili da cambiare in una casa in affitto sono le lampade. L’illuminazione può fare un’enorme differenza in un ambiente.

Certo non potrai spostare alcuni punti luce o aggiungerne di nuovi fissi, ma nessuno ti vieta di sostituire le lampade con altre nuove che ti piacciono tanto. Potrai poi ricambiarle quando te ne andrai da quella casa e portare con te quelle che ami.

Soluzione nr. 1

Quando vuoi aggiungere dettagli luminosi nella stanza, via libera a lampade da terra e da tavolo o applique a presa. Se poi, proprio in quel punto della stanza, non c’è un arrivo di corrente, ma tu lo desideri, in commercio ci sono delle bellissime lampade a batteria che potrai portare ovunque, anche in balcone.

Soluzione nr. 2

E se la posizione del lampadario a soffitto nella tua casa affittata non è centrata rispetto al tavolo, una buona alternativa sono i lampadari spider, a multi caduta. Potrai configurarli come preferisci e far arrivare la luce nel punto della stanza che desideri. Inoltre sono utilissimi quando si vuole aumentare la luminosità di una stanza e inserire un maggior numero di fonti luminose.

5- Cucina e bagno. Punto dolente di una casa in affitto.

Sono le due stanze più difficili da personalizzare, lo so, ma anche in questo caso ci sono buone soluzioni per rendere più personalizzati questi due ambienti.

Spesso si presentano piccoli e talvolta anche poco luminosi, arredati con mobili vecchi o senza personalità. Puoi però rendere unica la parete di fondo della cucina, con soluzioni temporanee come alzatine piastrellate o paraschizzi di design e rimovibili. Anche in bagno ci sono tante possibilità per rendere le pareti meno spoglie.

Mi sa che queste due stanze meritano un articolo a parte. Investigheremo insieme come personalizzare una cucina e un bagno di una casa in affitto, ma in un prossimo appuntamento sul blog.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove uscite del blog, la newsletter potrebbe fare al caso tuo. Per iscriverti clicca qui

Tag:, , ,

hello!

sono Francesca, ‘Ingegnera’ alternativa e Interior Designer per scelta e per passione. Un amore innato per le case, per quello che ospitano e per le persone che ci vivono. Un’incontenibile necessità di condividere tutto ciò che so e conosco, di parlare e di progettare per le persone e con le persone. Una designer della porta accanto, per tutti e non per pochi.

ABOUT ME >

Privacy policy - Cookie policy