"> OGGI TI PARLO DI CARTA DA PARATI | Interior designer | Una designer per tutti

OGGI TI PARLO DI CARTA DA PARATI

OGGI TI PARLO DI CARTA DA PARATI

OGGI TI PARLO DI CARTA DA PARATI

4 Dic 2019 - interior design &co

La carta da parati qualche anno fa era una vera sconosciuta, tranne per chi, come me, la vedeva ogni giorno sulle pareti di casa dei nonni.

Si perché negli anni ’70 è stata una protagonista indiscussa negli interni domestici (e non  solo).

 

Considerata invece antiquata e fuorimoda negli anni ’90, una delle prime cose da rimuovere da una parete.

Oggi le cose sono nettamente cambiate, la carta da parati è diventata un elemento decorativo quasi obbligato negli interni di case, uffici e locali.

 

Le cose cambiano, a volte velocemente, e difatti oggi ti parlo proprio di carta da parati.

In commercio la varietà è infinita, ce ne sono di qualsiasi colore, pattern e prezzo e spesso diventa davvero difficile scegliere.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

WALLS

 

Questo articolo non nasce però per consigliarti una fantasia rispetto ad un’altra o per dirti quali pattern vanno bene in una stanza piuttosto che in un’altra. Anche perché sarebbe davvero impossibile!

Solo con una conoscenza profonda dei tuoi gusti e della casa, insieme a un progetto studiato, potrei consigliarti la perfetta carta da parati.

Se sei in difficoltà e vuoi una mano nella scelta, scrivimi e ti aiuterò a trovare la carta da parati perfetta per te e per quel particolare spazio.

 

Quindi se non ti consiglio una carta da parati rispetto ad un’altra, che cosa ti racconto oggi?

Innanzitutto ti do alcune informazioni tecniche che ti aiuteranno a capire se e dove mettere la carta da parati in casa e quale tipologia si presta meglio per quel particolare ambiente.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

luce WALL ART

 

Conoscere alcune caratteristiche della carta da parati ti aiuterà a non sbagliare durante la scelta.

Innanzitutto ci sono diverse tipologie di carta da parati, le principali sono:

  • In cellulosa, ovvero di carta
  • In tessuto non tesuto o tnt
  • Vinilica, ovvero di plastica
  • In fibra naturale

 

CARTA DA PARATI DI CARTA

Sicuramente tra le più economiche, ma anche tra le più delicate e soprattutto non lavabile.

Essendo composta da un solo strato a base cellulosa, è difficile da posare perché si possono creare più facilmente delle grinze. Inoltre va dosata con cura la colla che, se eccessiva, può macchiare la carta stessa.

Quindi te la sconsiglio in ambienti umidi come bagno e cucina o che si possono sporcare facilmente tipo le camerette dei bambini. Più indicata quindi in salotto, studio, camera da letto o cabina armadio.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Bilder welten

 

CARTA DA PARATI IN TNT

Composta di cellulosa e fibre sintetiche incollate tra loro con delle resine.

Perfetta se cerchi qualcosa che appare come un tessuto. E’ più resistente e meno deformabile, ma cosa importante è lavabile.

Va bene in ambienti più umidi e che si sporcano più facilmente.

Inoltre è traspirante, ovvero le macchie di umidità che si possono formare durante la posa si asciugano e scompaiono velocemente.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Cole&Son

 

CARTA DA PARATI IN FIBRA NATURALE

Anch’essa multistrato, creata dall’orditura di fibre di tessuto, quali ad esempio lino, seta, cotone, bambù ecc.

E’ una carta da parati traspirante, lavabile e, caratteristiche non da poco, ignifuga e acusticamente isolante.

Si sà infatti che il tessuto è uno dei migliori materiali fonoisolanti.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

VICTORIA DOUYERE

CARTA DA PARATI VINILICA

E’ una carta da parati multistrato, uno di base composto da una carta cellulosa o in tnt e il secondo strato composto da pvc o poliuretano.

Non è traspirante, come è ovvio dalla sua composizione plastica, ma è adatta, proprio per questo, a luoghi umidi come il bagno o addirittura la doccia. Se non fa passare l’acqua in un senso, non fa traspirare nell’altro quindi bisogna stare attenti alla possibile condensa con relativa formazione di muffa sul muro.

Ovviamente è lavabile e non sbiadisce nel tempo.

Se trovi una carta da parati con motivi in rilievo, sappi che sarà quasi sicuramente della tipologia vinilica.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

LONDONART

 

A proposito di carta da parati nella doccia, una valida alternativa è quella di posare su qualsiasi parete del bagno una classica carta da parati, con un’adeguato trattamento di base del muro e poi realizzare, sopra alla carta, uno strato di resina trasparente che vada a proteggere e sigillare la superficie.

Rezina, per esempio, è un’azienda che si occupa di questa tipologia di lavorazione, ma in commercio e su tutto il territorio italiano ne troverai tante altre.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Sistema WET SYSTEM di Wall&Decò

 

In cucina invece l’importante è scegliere carte da parati lavabili e prevedere una protezione nella zona del piano cottura.

 

QUANDO SCEGLI LA CARTA DA PARATI DEVI TENERE CONTO CHE:

E’ una lavorazione meno economica rispetto alla pittura perché il materiale è più costoso e spesso è considerato un costo a parte, nel preventivo.

Richiede sempre un trattamento preventivo del fondo della superficie murale. In una prima fase è necessario infatti eliminare vecchi residui di carta da parati, se presente, rimuovere le pitture esistenti e stuccare o rasare il muro, se necessario.

La metodologia di posa varia a seconda della tipologia di carta da parati, ecco perché, in questo caso, consiglio sempre di affidarsi a un esperto e di evitare il fai da te.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Carta da parati degli anni 70

 

Una carta da parati può durare minimo dieci anni (quelle più economiche), anche decenni quelle più consistenti e lavabili.

Quindi l’investimento iniziale verrà ripagato dalla sua minima manutenzione e dalla durabilità nel tempo.

Non sai come preservarla e manutenerla? Tranquillo, ogni rivenditore ti fornirà le giuste indicazioni su ciascuna carta da parati, per quanto concerne la polvere o eventuali macchie superficiali.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

LONDONART

CONSIGLI IN PILLOLE

Inizia con l’inserire la carta da parati solo in alcuni angoli di casa, oppure su un’unica parete di una stanza in modo da non rischiare di stufarti in fretta.

La carta da parati rimane un elemento d’arredo, un decoro e, data la sua lunga resistenza nel tempo, il rischio è quello di pentirti di aver tappezzato tutta casa.

Scegli una nicchia, un angolo della casa in cui risvolta un muro oppure una parete, meglio quella più anonima della stanza ma dove si posa immediatamente lo sguardo. Quella sarà la superficie a cui dare il giusto carattere.

Anche nell’articolo IL COLORE IN CASA E LA PAURA DI OSARE, avevo parlato di quali sono i punti della stanza su cui concentrare l’attenzione e quindi il colore. Vale lo stesso per la carta da parati.

Spesso si tratta della parete dietro al letto oppure quella dove è appoggiato il divano, ma non c’è una legge uguale per tutti, spesso la creatività e la sperimentazione vince. Anche l’esperienza però aiuta, non dimenticarlo.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Cole&Son

 

DOVE COMPRARLA

Ti do qualche sito di aziende che producono carta da parati a cui spesso mi affido.

Sono Carta da parati degli anni 70, Glamora, Londonart, Wall&Decò, Texturae, Ressource, Cole&Son (che hanno rivenditori anche in Italia) e luce Wall Art.

Molti di questi siti permettono di acquistare anche solo un campione al costo di 1/2 euro, in modo tu possa visionarlo a casa prima di fare l’acquisto. Molto utile.

 

Spesso i miei clienti preferiscono andare da un rivenditore in negozio, vedere le carte da parati, toccarle e scegliere, quindi, se anche tu sei così, il mio consiglio è di guardarti attorno e cercare dei negozi in zona.

 

carta da parati, quello che devi sapere, consigli

Ressource

 

PARLIAMO DI COSTI

  • Carta da parati. Da 10 a 100 €/mq. Una buona carta da parati può costare da 30/40 € in su.
  •  Preparazione del fondo. Siamo intorno a 2/3 € al mq. Il prezzo si alza se è necessario stuccare o rasare il muro (da 4 a 10 € al mq)
  •  Posa della carta da parati. Da 5 a 20 € al mq, a cui va aggiunto il costo della colla.

 

Ecco, credo di averti detto tutto quello che serve per poter fare una prima valutazione se e dove inserire la carta da parati in casa, ufficio o locale commerciale che sia.

Se però hai qualche dubbio o curiosità, scrivimi. La mia e-mail è alla sezione CONTATTI.

 

 

 

 

Tag:, , ,

hello!

sono Francesca,
‘Ingegnera’ alternativa e Interior Designer per scelta e per passione.
Un amore innato per le case, per quello che ospitano e per le persone che ci vivono.
Un’incontenibile necessità di condividere tutto ciò che so e conosco, di parlare e di progettare per le persone e con le persone.
Una designer della porta accanto, per tutti e non per pochi.

ABOUT ME >

Privacy policy - Cookie policy